Risotto porro e sbriciolona

Ho sempre amato i risotti, mi piace farli e soprattutto mangiarli. A me piace farli, con pochi ingredienti, cercando di non sovraccaricare mai il chicco di riso di troppi sapori. Quello che vi consiglio è di scegliere davvero un buon riso perché quello fa davvero tanto la differenza. Io uso quasi sempre il riso Carnaroli Acquerello e, se non lo avete mai provato vi consiglio di iniziare ad usarlo. Difficilmente lo troverete nei supermercati, anzi, credo proprio che non ci sia lì. Dovrete cercarlo in qualche gastronomia specializzata.

Questa mia versione di risotto è molto delicata, al tempo stesso, la sbriciolona, da quel tocco di sapore e sapidità che non guasta affatto.

Vediamo cosa serve per 4 persone:

  • Gr. 350 di riso Carnaroli
  • N. 1 porro
  • 100 gr di sbriciolona
  • Ml. 10  cira di vino bianco per sfumare
  • Ml. 500 circa di brodo vegetale
  • Sale e pepe q.b.
  • N. 4 cucchiai circa di olio extravergine di oliva
  • Gr. 30 burro per mantecare il risotto

Ecco come procedere.

Prendete il porro, lavatelo bene, poi tagliatelo a rondelle sottili. Mettete l’olio in un tegame antiaderente, fatelo riscaldare e poi metteteci il porro a soffriggerlo. Fatelo andare per qualche minuto stando attendi di non farlo imbrunire. Aggiustate con un po’ di sale.

Nel frattempo fatevi il vostro brodo vegetale con le verdure che avete in casa (basterà una piccola patata, una costolina di sedano, una carota o quello che avete…).

In un altro tegame fate scaldare il fondo, quando sarà caldo buttate il riso e fatelo tostare per qualche minuto avendo cura di girare in modo continuo così da essere certi che i chicchi siano tostati in modo omogeneo. A questo punto sfumate con il vino bianco, fate evaporare e poi iniziate a cuocere il riso “tirandolo su” man mano con il brodo vegetale. Dopo qualche minuto (4 o 5 direi) aggiungete il porro con il suo olio. Continuate la cottura e, dopo altri 4/5 minuti aggiungete la sbriciolona che avrete proprio “sbriciolato” con le vostre mani. Portate a fine cottura dopodichè, spengete il fuoco e mantecate il tutto con del buon burro.

Servite ben caldo e, per ultimo, date una bella macinata di pepe fresco (meglio se bianco…io lo avevo nero..).

IMG_20170406_195012_163

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...