Crema pasticcera

il

Della crema pasticcera esistono tante ricette, con procedimenti differenti e con dosi variabili.

Il  problema che spesso sento ripetere è che la crema “impazza” oppure che serve tanto tempo per farla.

Con la mia ricetta potete scordarvi entrambi i problemi infatti, giuro su me stessa, che oltre ad essere rapida (il tempo di far bollire il latte…) questa versione non vi farà sprecare mai nessun ingrediente visto che è impossibile che impazzi.

Vediamo cosa serve:

I IMPASTO:

  • Latte, lt. 1
  • Zucchero, gr.80
  • Limone, buccia

II IMPASTO:

  • Uova, 8 tuorli
  • Zucchero, gr. 150
  • Farina, gr. 70
  • Vaniglia, ½ bacca o ½ bustina di vanillina

Tempo di preparazione: 20 minuti

Difficoltà: bassa

 

Procedimento.

Mettete a bollire il latte, lo zucchero e il limone (solo la parte gialla, evitate di tagliare la bianca interna che è più amara e acida). (I IMPASTO)

A parte sbattete (a mano con una frusta) i rossi e lo zucchero e, una volta amalgamati aggiungete la farina e la vaniglia (II IMPASTO): usate, se l’avete, la bacca infatti oltre a essere più pregiata è senza dubbio più naturale e buona della vanillina in polvere. La differenza la noterete a fine cottura dove, se è stata usata la bacca (o baccello), noterete dei micropuntini neri dati proprio dai semini contenuti all’interno del baccello. Basterà incidere la bacca con un coltello e, aprendola al centro, far scorrere la punta del coltello al suo interno così da “grattare” i semini contenuti.

Quando il latte inizia a bollire si gli si unisce l’impasto delle uova avendo cura però di traferire prima qualche cucchiaio di latte caldo (direi 5/6) nelle uova in modo tale da portare entrambi gli impasti più o meno alla stessa temperatura.

Una volta uniti gli impasti si fa bollire per 2/3 minuti la crema facendo attenzione a girarla così che non si attacchi alla pentola, poi spegnete. Vedrete infatti che l’impasto si addenserà subito se avrete seguito il procedimento indicato.

Potete coprire la crema con della pellicola da alimenti (adatta alle temperature calde) mettendola a contatto con la crema in modo tale che la superficie rimanga morbida.

Per conservarla, una volta portata a temperatura ambiente, dovete mantenerla in frigo, direi al massimo per due giorni.

Gli utlizzi della crema sono infiniti:per farcire bigne, torte, bomboloni, accompagnare dolci da forno o semplicemente mangiarla al cucchiaio!

20160521_182003

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...